Team building e formazione esperienziale

Chiedi informazioni

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome (richiesto)

Nome Azienda (richiesto)

Telefono

La tua email (richiesto)

La tua richiesta

Riscrivi il codice di sicurezza
captcha

La nostra consolidata esperienza di collaborazione con il mondo della formazione ci permette di sviluppare progetti per la realizzazione di eventi formativi efficaci basati sulla formazione esperienziale.
La  formazione esperienziale, o learning by doing, secondo l’Association for Experiential Education ‘è una metodologia nella quale i formatori coinvolgono i formandi in una esperienza diretta, pratica che li porta ad una riflessione sulla conoscenza, sullo sviluppo delle loro abilità e sui loro valori’. Quindi l’attività di team building, usata frequentemente dalle aziende come puro momento ludico–aggregativo di distensione all’interno di un evento portante, svolge una funzione formativa solo se inserita in un processo di riflessione sull’esperienza. È la riflessione guidata che rende il team building efficace! La nostra mission è di trasmettervi tale consapevolezza e di offrirvi percorsi in cui formazione ed attività esperienziale diventano momenti integranti.

Questa formula si basa su quattro momenti:
1. l’attività esperienziale;
2. la riflessione guidata dai nostri facilitatori, tappa fondamentale per un diretto feed back sul vissuto dei partecipanti;
3. la sintesi (o concettualizzazione astratta) intesa come momento di consolidamento di quanto emerso e ricontestualizzazione in ambito aziendale;
4. la fase di sperimentazione in azienda.

Il nostro lavoro di team prevede, durante gli interventi, la  collaborazione di uno o più  facilitatori con tecnici specializzati in diversi ambiti di intervento (attori, sportivi, artisti, musicisti). Tale approccio ci consente di mantenere un elevato livello di qualità in base alle attività proposte e  di formulare progetti personalizzati su qualsiasi area di sviluppo delle  ‘soft skills’.

Le nostre attività di Team Building e Formazione Esperienziale

QUI trovi alcuni esempi delle attività proposte nei nostri progetti di formazione esperienziale, in relazione all’ analisi del fabbisogno formativo del nostro cliente.

Ambiti di Formazione

SOFT SKILLS

soft skills
SCOPRI DI PIÙ

Cosa sono? Sono capacità individuali ad ampio spettro, non specifiche di una professione o di un ambiente organizzativo ed applicabili a compiti e contesti diversi ( wikipedia).  Possono essere  di stampo emozionale, relazionale e comunicativo, cognitivo e gestionale.  Ingrediente fondamentale ed esito di una formazione incentrata sulle competenze trasversali, è la consapevolezza di se stessi che deriva dall’ascolto e dalla riflessione sul proprio agire, dall’osservazione dei propri comportamenti rispetto al contesto aziendale di riferimento. Da qui il valido utilizzo di attività esperienziale che diventano metafore di quel contesto.

TEAMWORK

Team Concept
SCOPRI DI PIÙ

L’intervento suggerisce le linee per la creazione di un team di lavoro, dal consolidamento delle relazioni alla condivisione di nuovi progetti . Si passa quindi dall’identificazione e condivisione di una scala di valori di team, alla eliminazione di filtri mentali che limitano lo scambio con l’altro. Le tematiche affrontate:
– Il lavoro di gruppo come opportunità
-Attivare il senso di appartenenza ad un nuovo gruppo di lavoro
– Ottimizzare i rapporti tra le persone ( appartenenti a preesistenti gruppi di lavoro ora chiamati a collaborare)
– Implementare lo scambio di informazioni.

LEADERSHIP

leadership 4
SCOPRI DI PIÙ

Grazie al web, ai social, ai mezzi di comunicazione, alla globalizzazione, il confronto di gruppo ( nel web ‘ i follower’) sta assumendo un’importanza superiore a quella dei singoli leader. Sono i comportamenti, le dinamiche e le interazioni emergenti dal gruppo che spesso determinano l’evoluzione di un sistema e di un’organizzazione. E sempre più spesso sono le competenze e i punti di vista congiunti dei “tanti” che arrivano alla soluzione prima e in maniera più efficace rispetto alla decisione e al punto di vista del singolo leader.  Quali sono quindi le caratteristiche e i vantaggi di una leadership diffusa? Una leadership che perda la sua personalizzazione e smetta di incarnarsi in un singolo; una leadership invisibile ma presente che non dica cosa fare che non si focalizzi sull’output e cominci a concentrarsi sugli input di partenza da cui si generano i comportamenti delle persone; una leadership che smetta i panni della gerarchia ed abbracci quella dell’eterarchia, una leadership che governi con le domande e non con le risposte. E voi cosa ne pensate?

CHANGE MANAGEMENT

Change management
SCOPRI DI PIÙ

In  un periodo di costante instabilità e cambiamento, in cui le aziende si trovano  a considerare nuove dinamiche dovute a fusioni e consolidamenti, il cambiamento a volte rende   critico il complesso rapporto tra un’organizzazione e i suoi dipendenti. Il change management è una metodologia che ha come obiettivo di pianificare il cambiamento sia a livello di  gestione del personale che a livello strategico con lo scopo di ridurre ostacoli e resistenze al cambiamento stesso.

TIME MANAGEMENT

Time management
SCOPRI DI PIÙ

Il percorso formativo ‘gestione del tempo’ nasce dalla considerazione che gestire il  tempo in modo funzionale possa contribuire positivamente al clima all’interno della proprio ambito lavorativo individuale e di gruppo, dando un valido contributo a raggiungere gli obiettivi di progetto  e riducendo lo stress in modo significativo.
Le scoperte dell’architettura emozionale del cervello offrono una spiegazione di come mai le emozioni, le ansie e la disorganizzazione nella gestione del tempo prendano il sopravvento completamente sulla razionalità, sabotando le nostre migliori intenzioni.
L’obiettivo è fornire, attraverso un’originale combinazione di attività esperienziali quali le Sketchnote,  un “manuale concreto” di strumenti per:
-Individuare le “trappole temporali”;
-Migliorare la gestione del tempo e del lavoro,  per vivere il tempo reale e non quello “soggettivo” che accelera e rallenta secondo lo stato d’animo;
– Massimizzare l’efficacia e l’efficienza personale, sfruttando la componente positiva dello stress ( Eustress) e l’intelligenza emotiva e creativa.

PROJECT MANAGEMENT

project management
SCOPRI DI PIÙ

Lo sviluppo delle varie fasi di un   progetto richiede la  sperimentazione di  nuove  procedure e strategie. Un nuovo progetto  mette spesso a confronto reparti che  tendono a lavorare a compartimenti stagni e secondo schemi fissi e prestabiliti inerenti al reparto stesso .  Come  implementare il confronto , l’ aggiornamento e lo scambio di informazioni  durante il progetto?
Tante le possibilità, destrutturate , secondo il metodo esperienziale, dai tavoli delle keyworkds al mercato delle idee dell’open space technology.
Quando intervenire?

  • Progettazione di prodotti
  • Pianificazione strategica
  • Cambiamento organizzativo
  • Gruppi eterogenei e  questioni complesse e conflittuali.

Gallery

Le gallery sono un estratto (generalizzato) delle migliori foto dei vari eventi organizzati.

Case history di Team Building e Formazione Esperienziale

Nella pagina dedicata ai Case History, abbiamo inserito alcuni dei progetti che nel corso degli anni abbiamo curato.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca